Nuovo passaggio di proprietà delle auto: una pagliacciata

Scritto da: -

felix-adler.jpg

Passaggio di proprietà delle auto: per ora, le nuove regole sono una buffonata. Non per colpa del Governo, ma a causa di un elefante di pietra chiamato burocrazia.

È vero che, dal 4 luglio, c’è una nuova legge, ma siamo alla teoria pura: applicazioni pratiche, zero. Secondo la legge, il Comune deve provvedere al trasferimento di proprietà dei beni mobili registrati, cioè delle auto. Quindi, non è più necessario rivolgersi a un notaio. Però chi ha provato ad andare in un Comune si è sentito rispondere dagli incolpevoli impiegati: “Non ne sappiamo niente”. Ossia, non sanno come tradurre in realtà una legge.

Io stesso mi sono messo nei panni di un automobilista che vuol fare da sé, recandomi in tre Comuni del Nord. Risultato: il nulla. Infatti

 

non ci sono le procedure burocratiche, i passaggi amministrativi per consentire agli addetti comunali di "fare da notaio" e di dare l'ok al trasferimento di proprietà delle auto.

Insomma, è tutto campato sulle nuvole. Alla faccia degli italiani che guidano.

foto qui

Ah, a margine, un piccolo consiglio per gli appassionati di auto. Visitate tre blog

1) Auto Novità

2) Mondo Auto

3) Auto Insight

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Dallapartedichiguida.blogosfere.it fa parte del canale Blogo Motori di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano